Lanterne cinesi trovate nelle oasi del Gattile. Rogo sfiorato.

pubblicato in: NEWS | 0

Il 2020 purtroppo è iniziato male per tanti animali.

Il web dal 1° gennaio è pieno di immagini di animali che hanno pagato con la loro innocente vita il becero e idiota divertimento di tante persone che, nonostante ordinanze e divieti, hanno ritenuto che l’unico modo per festeggiare l’anno nuovo fosse quello di sparare botti e petardi. Guai togliere a qualcuno il diritto a divertirsi. Se poi il divertimento è causa di morte per tanti esseri viventi a molti non importa. Facebook è pieno di notizie e immagini di uccelli morti di crepacuore, cavalli morti di paura, cani e gatti investiti perché fuggiti terrorizzati dagli scoppi.
Ma la gente si deve divertire. Non vorremo mai privare qualcuno tale innocente divertimento.

Vogliamo parlare poi della novità dell’anno, le lanterne cinesi? Non sia mai che ci facciamo mancare anche questo. Per le lanterne cinesi il 31 dicembre in Germania è andato a fuoco un intero padiglione di uno zoo, e sono morti 30 animali, tra scimmie, oranghi, scimpanzè e uccelli. Ma cosa volete che sia, le persone dovranno pur divertirsi una volta l’anno.

Ebbene, proprio due di queste lanterne sono state trovate il 1° gennaio dai volontari che si sono recati in Gattile appese alle piante in due delle oasi che ospitano i nostri gatti. Avrebbe potuto andare a fuoco tutto: le piante, le casette e i manufatti, molti dei quali in legno,  che ospitano 400 animali, che avrebbero potuto fare una fine non dissimile dalle scimmie dello zoo tedesco.

Siamo indignati e arrabbiati.
Non vogliamo più essere presi in giro dalle varie ordinanze di divieto di botti e fuochi che tutti i sindaci emettono e nessuno si preoccupa di far rispettare.
Le strade dei nostri paesi a mezzanotte del 31 dicembre sembravano campi di battaglia, tutti a sparare botti, fuochi d’artificio e incendiare lanterne senza controlli e sanzioni.
Le persone hanno il diritto di festeggiare e divertirsi, ma non a scapito della vita di altri esseri viventi. Ogni anno è sempre peggio, nonostante le ordinanze.

Chiediamo a tutti di sostenerci e scrivere ai sindaci per chiedere che le ordinanze vengano fatte rispettare, che ci siano controlli e sanzioni per chi trasgredisce, per gli animali della nostra struttura e per tutti gli animali domestici e selvatici che non devono pagare con la vita l’idiozia umana.

 

 

Aiuta i nostri mici

Noi ce la mettiamo tutta, ma insieme possiamo fare di più!

Accedi a ZOOPLUS dal sito del Gattile, fai i tuoi acquisti, il 4% sarà devoluto da Zooplus al Gattile di Carpi

Fai una donazione ai nostri mici

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *